In dieci anni di attività Epulae Bracciano ha formato oltre 300 sommelier. Sono tutte persone che hanno deciso di approfondire le conoscenze sul vino nel modo più "impegnativo". Seguendo un corso, appunto. Si, perché non c'è modo migliore di assecondare una passione che imparare a conoscerla nei minimi dettagli.

Ogni socio di Epulae Bracciano che ha deciso di diventare sommelier lo ha fatto per un motivo diverso. C'è chi ha iniziato partendo dalla vite e quindi dalla terra. Chi è "ossessionato" dai profumi, chi dalle bollicine. Ognuno ha potuto imparare l'arte del sommelier a partire dall'aspetto che più lo coinvolgeva. Perché il corso di sommellerie progettato da Epulae Bracciano mette al centro la persona che lo deve seguire. E siccome non si finisce mai d'imparare, sperimentare, assaporare, i sommelier di Epulae continuano a farlo organizzando seminari, visite ai produttori, degustazioni, cene. Uno scambio continuo e duraturo nel tempo che culmina ogni anno da nove edizioni nel festival LaghiDivini, l'unico festival dei vini prodotti sui territori dei laghi italiani. Eccoli i sommelier di Epulae, immortalati durante il festival LaghiDivini.


Vincenzo sommelier Epulae Bracciano
Vincenzo
Fino a quando non decisi di seguire un corso di sommelier, per me il vino si differenziava solo per il colore: o bianco o rosso. Niente di più sbagliato, quel liquido più o meno profumato, di diverse sfumature di colore e di calore è il risultato della terra, del sacrificio dell'uomo e dell'ambiente in cui viene coltivato e che lo circonda (ndr: ho imparato durante il corso che si definisce terroir). Qualche anno fa ho deciso di conoscere meglio il mondo del vino e, cosa importante, imparare a bere meglio. Così mi sono iscritto ad un corso per diventare sommelier tenuto da Epulae. Ho iniziato per gioco, e come accade appunto nel gioco, il confrontarmi con chi già ne sapeva più di me ha stimolato la mia curiosità e il mio impegno. Così sono arrivato a conquistare il tanto sospirato diploma di 3^ livello di sommelier.
Sandra sommelier Epulae Bracciano
Sandra
Sono funzionario nella pubblica amministrazione ed è stato proprio il lavoro a portarmi a viaggiare spesso ed a scoprire insediamenti produttivi, luoghi, arte, ma anche vini e piatti. Ed è così che da quasi astemia è nato l'interesse per il vino. E' irresistibile per me la storia, l'aura magica che c'è dietro al vino. Com'è stato utilizzato nel tempo, quali sono le sue proprietà, i suoi colori, i suoi profumi, le mescolanze, le ibridazioni. Ecco, credo che tutto sia nato da questa irresistibile curiosità verso la storia del vino, bevanda che da millenni accompagna il cammino dell'uomo. Curiosità che mi ha fatto scoprire territori, incontrare persone, riportare alla luce storie e tradizioni. Epulae rappresenta per me la realizzazione di un sogno, che ho condiviso con un gruppo di amici, costituisce il luogo sicuro dove incontrare persone appassionate e mettere in comune emozioni ed esperienze.
Giuliano sommelier Epulae Bracciano
Giuliano
Il mio amore viscerale per il vino nasce soprattutto per una ragione squisitamente culturale infatti, sino all'età di 23 anni ero completamente astemio, però avevo notato che in ogni parte del mondo dove c'era una bottiglia di vino c'era una sfera di sociale da scoprire. Oggi il vino, la bevanda che come recitano gli antichi testi sacri, riesce a rallegrare il cuore degli uomini, è un piacere, un'occasione di incontro e di dialogo, un testimone importante di un territorio e come tale attira attenzioni, richiama gente, fa turismo, esalta una immagine e la rende vincente. Prima di essere una bevanda è un prodotto culturale che stimola riflessioni e fa discutere. Anche il più piccolo centro d'Italia ha la sua vite e il suo vino. Epulae è il contenitore delle mie passioni , rappresenta la possibilità di condividere con amici interessi e curiosità verso il mondo enogastronomico in una trama di eleganza, professionalità, diletto e intelletto.
Rosaria
Sono un' imprenditrice e come tante altre donne della mia età sono una mamma stacanovista sempre in corsa tra famiglia e lavoro. Com'è nata la mia passione per il vino? Mi piacerebbe dire dalla mia famiglia e dalla nostra passione per il viaggiare, ma confesso che la curiosità di saperne di più è nata da un piccolo inconveniente con un Pinot Nero in un ristorantino lombardo... Dopo tanti anni, mi rendo conto che il vino è per me un momento intimo ma al contempo di condivisione. Epulae è riuscita a darmi una grande consapevolezza delle potenzialità di un vino e dell'immensa passione che c'è dietro ogni singolo bicchiere. Adesso quando viaggio mi sento molto più vicina alla mia meta perché il vino è espressione di un popolo che abita quella terra: conoscere un vino significa avvicinarsi ad un territorio, odorarne la cultura e assaporarne le tradizioni, e condividerlo con la mia famiglia è ogni volta una grande emozione.
Fabrizio sommelier Epulae Bracciano
Fabrizio
L'incontro con l'associazione Epulae Bracciano ha segnato un grande e radicale cambiamento nella mia vita. Grazie ai percorsi formativi che ho seguito in Epulae, da oltre cinque anni sono diventato un affermato rappresentante di alcune tra le più prestigiose aziende vitivinicole  di rilevanza nazionale. Ecco perché - Quando la passione diventa professione - è diventato il mio motto.
Caterina sommelier Epulae Bracciano
Caterina
Sono davanti ad una vetrina ed osservo una locandina che reclamizza un corso per diventare Sommelier, e contemporaneamente mi vedo a casa la sera da sola, mio marito coltiva il suo hobby per la musica e le mie figlie già grandi… perché no? L'argomento mi interessa e mi incuriosisce, vista la mia passione per la cucina. Così è iniziato il mio percorso, davanti a me si è aperto un mondo affascinante, un universo: il mondo del vino, un pianeta dove c'è sempre da esplorare e da imparare. Grazie a questa mia iniziativa ho avuto anche la possibilità di conoscere e stringere amicizia con tantissime persone che in tutti questi anni oltre a dimostrarmi affetto, mi hanno arricchito culturalmente. Oggi partecipo attivamente alle iniziative di Epulae, sono una delle più intraprendenti promotrici
Giusi sommelier Epulae Bracciano
Giusi
Sono venuta a contatto con la vigna e il vino fin da bambina in Sicilia, grazie ad un nonno contadino e al suo amore per la terra. Successivamente ho iniziato a sperimentare i vini della mia terra, durante eventi e degustazioni organizzate dalle cantine locali. Degustare mi ha fatto apprezzare le diverse sfaccettature sensoriali del vino, realizzato da enologi professionisti. Solo nel 2010, in seguito da un trasferimento a Bracciano, ho conosciuto l'associazione Epulae che mi ha dato modo di approfondire gli argomenti della coltivazione e produzione, ma anche quelli della sommelerie e dell'enogastronomia, insieme a persone appassionate e competenti.
Roberto sommelier Epulae Bracciano
Roberto
Raggiunto lo stato di pensionato, dopo oltre 40 anni di attività di ricerca su materie intangibili ai nostri sensi, ho deciso di dedicare parte del mio tempo libero (decisamente aumentato) alla conoscenza del mondo del vino, prima approcciato in maniera dilettantistica utilizzando semplici letture del settore. Grazie all'amico Vincenzo (col quale ho condiviso tutto il percorso di formazione e numerose avventure enogastronomiche ed enoturistiche) ho conosciuto Epulae ed è stato amore a prima vista: dal primo corso di "avvicinamento" è stata una escalation, fino al completamento dell'iter formativo di sommelier, bollicine, sabrage, oltre a vari corsi più indirizzati agli aspetti gastronomici. Con questo prezioso bagaglio di conoscenze, ora continuo l'altra mia passione, il mototurismo, alla ricerca di abbinamenti enoturistici, girovagando tra contrade pedecollinari e cogliendo la bellezza dei vigneti per individuare velocemente potatura, impianto, momento della crescita del prezioso frutto che ci dà il prodotto che tanto ci coinvolge.
Simona sommelier Epulae Bracciano
Simona
La mia passione per il vino nasce dalla mia curiosità, che mi ha sempre spinto ad osservare il vino come complemento indivisibile del cibo mio grande amore. Questa mia curiosità mi ha indotto a guardare oltre il prodotto finito ed ho scoperto un mondo affascinante fatto di lavoro, fatica , storia e cultura dove la mia aspirazione al saper fare ha trovato terreno fertile. La sua capacità di migliorare con il tempo continuando a vivere e a donare sorprese ed emozioni mi affascina ogni giorno di più. Così oggi la frequentazione delle persone che ho conosciuto in Epulae durante i corsi per diventare sommelier, significa poter condividere passioni e ricerca, momenti di gioia e studio. Partecipare agli incontri, ai seminari, o semplicemente alle cene organizzate da Epulae alimenta la mia voglia di sapere.
Francesco sommelier Epulae Bracciano
Francesco
Ho una Locanda a Canale Monterano, ho iniziato a "studiare il vino" per essere più preparato nello scegliere i vini per il locale e su cosa consigliare al cliente. Il primo corso Epulae mi ha permesso di conoscere cosa c'è dietro una bottiglia di vino, sfatando falsi miti, ed è stata l'apertura ad un mondo eccezionale: l'enogastronomia, cercando sempre alimenti tipici di cui l'Italia è ricca. Da quel momento in poi è nata una vera passione che non si è fermata nello studiare per i corsi successivi, ma mi porta a vistare aziende, degustare sempre qualcosa di nuovo, sono passato dal considerare il vino come una semplice bevanda a vederlo come mezzo di comunicazione, aggregazione e diapositiva di un territorio. Una frase che mi è rimasta impressa è: il Vino è Vivo, verità che ho imparato ad apprezzare nel corso degli anni. Finiti i vari corsi mi sono ritrovato arricchito culturalmente e con molti amici con cui condividere serate, bicchieri e opinioni diverse.
Rossana sommelier Epulae Bracciano
Rossana
Figlia e poi moglie di un pilota militare, cresciuta tra famigliari che producono vino nelle belle colline veronesi, da sempre ho coltivato le mie passioni: il vino, i viaggi e le lingue. Ho vissuto per anni negli Stati Uniti dove ho potuto perfezionare l'inglese, poi a Pisa, a Roma ora a Firenze e nel futuro chissà. Ho cercato sempre di approfondire la conoscenza delle tradizioni, della cucina e delle abitudini dei posti dove ho vissuto. L'incontro con EPULAE mi ha consentito di studiare prima ed insegnare poi, le tecniche, la poesia e le meraviglie che accompagnano questa nobile bevanda che racchiude in se millenni di storia e di innovazioni tecniche.